›› HOME
›› AFORISMI
›› BASS INTERVIEW
›› BASSISTI
›› BASS LINKS
›› BASSNEWS
›› BASS REPORT
›› BONUS BASS CLUB
›› CORSO MULTIMEDIALE
›› DIDATTICA
›› PRATICA
›› RIFFOLOGY
›› SLAPCITY
›› STORIA
›› TAPPING TRIP
›› TEORIA
›› CONTATTI

Webdesigner
Riccardo Romagnoli

 


bachbass
cocco strings

John Alec Entwistle

Alec EntwistleJohn "the Ox" Entwistle è stato il bassista e il secondo compositore degli Who, gruppo paragonabile per importanza solamente ai Beatles o ai Rolling Stones, come bassista ha semplicemente fatto la storia del basso nel rock. Suonatore di corno e tromba, con cui a impreziosito molti brani del gruppo. Collezionista di strumenti "vintage", ha dato un contributo importante allo sviluppo tecnologico del basso e i suoi accessori (corde, amplificatori). E' stato definito come il più grande bassista rock ('n' roll) di tutti i tempi. Probabilmente è vero.


BIOGRAFIA

John Entwistle nasce il 9 ottobre del 1944 a Chiswick nella periferia di Londra. Herbert e Maud Entwistle, i genitori di John, suonavano rispettivamente la tromba e il pianoforte. Il matrimonio dei coniugi Entwistle sarebbe durato poco dopo la nascita di John, che visse la maggior parte della sua infanzia con i nonni. Già in tenera età dimostrò particolari attitudini musicali (a tre anni salì in piedi su un tavolo, in un circolo sociale frequentato dai genitori, e cominciò a cantare delle canzoni di Al Jolson) e venne spinto dal nonno a prendere lezioni di pianoforte dai 7 agli 11 anni, presto iniziò a suonare la tromba sotto gli insegnamenti del padre.
Alla Middlesex School John suonò un corno tenore acquistato dalla scuola. Ormai adolescente, Entwistle suona la tromba in gruppi di jazz tradizionale in stile dixieland, è in questo ambiente che avviene il fatidico incontro con Pete Townshend (chitarrista e principale compositore degli Who), impegnato in quel periodo con il banjo. Nello stesso periodo diventò un fan di Duane Eddy e decise di passare alla chitarra solista, ma ben presto si accorse di essere più portato per il basso. La sua famiglia non poteva permettersi l'acquisto di un basso, così John fu costretto a costruirsi uno strumento amatoriale con un pezzo di mogano, il basso aveva volutamente la forma del Fender Precision, uno dei bassi più diffusi nei primi anni '60.
John e Pete (che intanto è passato alla chitarra) suonano in formazioni minori in stile Shadows, fino ad approdare nei Detours di Roger Daltrey, il futuro cantante degli Who.

Alec EntwistleNel 1961 John si diplomò alla Acton Grammar School, ma la famiglia non poteva occuparsi ulteriormente della sua istruzione e così fu costretto a trovare lavoro e venne assunto come impiegato nell'ufficio dell'erario, dormendo negli uffici dopo le lunghe notti di prove con i Detours, tra i brani più gettonati c'erano Twist And Shout e I Saw Here Standing There.

 

Alec EntwistleNel 1962 i ruoli dei futuri Who si fanno più definiti, e venendo a mancare un chitarrista ritmico il ruolo di Entwistle cambia radicalmente, lanciando uno stile di basso che si distacca molto da quello tradizionale, rendendolo più simile ad una seconda chitarra; nel 1964 John guardando un programma in TV viene a conoscenza dell'esistenza di un gruppo irlandese chiamato Detours e da qui il gruppo cambierà nome in Who. Nell'aprile dello stesso anno entra nel gruppo il batterista Keith Moon che, con il suo stile "rotolante" ed energico e con la sua vena di follia, caratterizzerà il sound del gruppo e lo stile personale di Entwistle.
Nell'agosto del '64, Kit Lambert e Chris Stamp diventano i manager della band.
E' il momento in cui gli Who mettono a fuoco se stessi: creatori di inni generazionali di una cultura giovanile frustrata e insoddisfatta, portavoce del movimento "mod", il loro stile potente e rumoroso (con presenza di beat e rhythm & blues), li porta a distruggere gli strumenti durante i concerti, sfogando in questo modo,come in un rito catartico autodistruttivo, la rabbia adolescenziale repressa (e ottenendo anche un notevole ritorno pubblicitario). In tutto questo, il nostro bassista, impersona il ruolo del "ragazzo calmo", fermo nello sfondo dei live show, impegnato a fornire un'impeccabile base sonora.

Alec EntwistleNell'ottobre del 1965 gli Who registrano il loro terzo singolo: My generation, contraddistinta da un assolo di basso; per effettuarlo John usò un basso Danelectro caratterizzato dalla facilità con cui si potevano rompere le corde; per rifinire il pezzo John dovrà acquistare 3 bassi.

My Generation segna una svolta nel mondo del rock, con questa canzone dirompente la distorsione va in classifica (U.K. single #2).

Nell'ambito dell'album d'esordio (The Who Sings My Generation ), che contiene i primi singoli del gruppo, compone The Ox suo soprannome all'interno degli Who.

Nel 1966 esce A Quick One con la presenza di due pezzi scritti da Entwistle: Whiskey Man e Boris The Spider, scritta insieme al bassista dei Rolling Stones Bill Wyman, portando così a conoscenza di tutti il suo senso dell'umorismo scuro e grottesco.

Presenti sul disco anche molti vocals, tra cui il più riuscito è senz'altro il falsetto finale sulla title track.

EntwistleNel 1967 partono per il primo tour in USA dove, insieme al compagno si stanza Moon, collezionano vertiginosi conti d'albergo; nel singolo Picture Of Lily John suona in un assolo di corno francese e firma la B-side Doctor, Doctor. Nell'estate del 1967 partecipano al Monterey pop festival ma senza i loro amplificatori Marshall; cominciano i problemi economici...John dovrà chiedere in prestito i soldi per acquistare il biglietto aereo per tornare in Inghilterra; in inverno viene pubblicato The Who Sell Out in cui firma tre pezzi Heinz Baked Beans, Medac e Silas Stingy, da questo album viene tratto il singolo I Can See For Miles, con la B-side di Entwistle Someone's Coming. Nel 1968 cominciarono a circolare voci sulla possibile uscita dalla band di Moon e Entwistle (principalmente per motivi economici) per formare una nuova band con il chitarrista Jimmy Page, i Led Zeppelin; nello stesso anno esce il singolo Call Me Lightning ancora con una B-side di Entwistle Dr. Jekyll & Mr. Hyde, un omaggio alla personalità dell'amico Keith.
Nel maggio '69 esce il doppio album Tommy, in cui John canta Cousin Kevin e Fiddle About,altri suoi contributi sono lo splendido corno francese, e i contro canti su Overture, Amazing Journey, Smash The Mirror, e Tommy Can You Hear Me. Sempre nel 1969 gli Who suonano a Woodstock aprendo il concerto con la Haeven And Hell di John.
Il febbraio del 1970 vede gli Who alle prese con la realizzazione dell'album dal vivo Live At Leeds, registrato all'università di Leeds.
Nella primavera del 1971 pubblica il suo primo album solista Smash Your Head Against The Wall, nell'estate gli Who realizzano quello che verrà considerato uno dei loro album migliori: Who's Next,il suono del basso chiaro, potente e definito che pervade il disco, apre nuovi orizzonti al bassismo nel rock, John partecipa anche come compositore e cantante con il brano su i disagi coniugali My Wife. Alla fine di quell'anno gli Who pubblicano il singolo Let's See Action con la solita B-side di Entwistle When I Was A Boy.
Nel 1972 pubblica il suo secondo album Whistle Rhymes.

EntwistleNel 1973 esce il suo terzo lavoro solista Rigor Mortis Sets In. Nella fine dello stesso anno gli Who realizzano un altro doppio album, il bellissimo Quadrophenia, totalmente composto da Townshend, il disco narra le vicende di Jimmy, un mod degli anni '64 - '65, dipingendo un ritratto disperato di quella generazione; John assume la direzione musicale del progetto fornendo, oltre al basso come sempre straordinario (ascoltate The Real Me!), evocativi arrangiamenti di corno. Nel tour che seguirà Quadrophenia gli Who verranno arrestati per aver distrutto una camera d'albergo, per l'occasione John scriverà Cell Number 7 che comparirà sul suo successivo lavoro solista Mad Dog.
Nel 1974 dopo aver compilato l'album degli Who Odds & Sods, composto da B-sides e scarti da precedenti albums, forma una band chiamata con il suo soprannome "The Ox" e avvia in Inghilterra il suo primo tour solista. Lo stesso anno esce un singolo degli Who da lui firmato: Postcard sulla vita in tour.
Nel 1975, dopo aver registrato il suo quarto album solo, Mad Dog, sbarca in tour anche in USA e con gli Who realizza The Who By Numbers scrivendo una canzone da lui cantata Success Story caratterizzata da una furiosa apertura di basso, John disegnerà anche la copertina dell'album. Entwistle realizza anche un intenso solo di basso alla fine di Dreaming From The Waist.

Nel 1977, Entwistle suona il corno nell' album solista di Townshend , Rough Mix, su Heart to Hang Onto.
Nell'estate del 1978 gli Who realizzano l'album Who Are You, con tre brani di Entwistle: Trick Of The Light, suonata con un basso a nove corde, Had Enough e 905.
L'8 settembre del 1978 muore, per un'overdose di farmaci, Keith Moon, il batterista degli Who. E' la fine della più bella sezione ritmica della storia del rock.

EntwistleNel 1979 Entwistle completa le colonne sonore dei film Quadrophenia e The Kids Are Alright. Moon viene sostituito da Kenney Jones, già batterista dei Faces. Durante il tour negli Stati uniti 11 ragazzi rimangono uccisi schiacciati dalla folla.
Nel 1981 gli Who pubblicano Face Dances in cui John canta You e The Quiet One realizza inoltre il suo 5° album solista Too Late The Hero.

Nel 1982 viene pubblicato It's Hard con due contributi di John: One At a Time e Dangerous.
Nel 1985 partecipa insieme agli Who al mega-concerto di beneficenza Live Aid.
Nel 1989 partecipa all'album solo di Pete Townshend Iron Man, nei brani Dig e Fire.

Nel 1995 John partecipa con Ringo Starr in un tour di USA e Giappone con la Ringo Starr All-Star Band.
Nel 1996 forma una band, la John Entwistle Band ed intraprende un tour, nel 1998 fa lo stesso e sbarca in America realizzando anche un cd live dell'evento.
John Entwistle è stato sposato due volte ed ha avuto un figlio, Cristopher, dalla sua prima unione. Da tempo malato di cuore, John muore in una stanza dell' Hard Rock Hotel di Las Vegas il 27 giugno del 2002, esattamente il giorno prima dell'avvio del tour estivo degli Who che avrebbe interessato Stati Uniti e Canada.

Biografia largamente tratta dai siti: www.thewhoitalia.com ; www.thewho.net

DISCOGRAFIA


Albums incisi con gli Who:

THE WHO SINGS MY GENERATION (1965)
A QUICK ONE (1966)
THE WHO SELL OUT (1967)
TOMMY (1969)
LIVE AT LEEDS (1970)
WHO'S NEXT (1971)
QUADROPHENIA (1973)
THE WHO BY NUMBERS (1975)
WHO ARE YOU (1978)
FACE DANCES (1981)
IT'S HARD (1982)

A parte Live At Leeds, questi sono tutti gli albums realizzati in studio dagli Who.
Tra le tante compilation sceglierei THE KIDS ARE ALRIGHT (1979).
Aggiungerei poi il doppio album TOMMY SOUNDTRACK (1975) tratto dal film Tommy di Ken Russel, personalmente lo preferisco all'album del '69.
Per una discografia completa degli Who con tutte le raccolte, i singoli, gli album dal vivo e i bootleg, consultare i seguenti siti: www.thewho.net/discography/, www.connollyco.com/discography/who/.


Albums incisi come solista:

Smash Your Head Against The Wall; Decca DL 79183, 1971
Whistle Rymes; Decca DL 79190, 1972
Rigor Mortis Sets In; MCA 321, 1973
Mad Dog; MCA 2119, 1975
Too Late The Hero; Atco SD 38-142, 1981
The Rock; Whistle Rymes WR 0001, 1996
Left For Live; J-Birds records, 1999
Music From Van-pires; Pulsar, 2000

Per informazioni dettagliate sulla discografia solista di john Entwistle consultare il sito www.wdkeller.com/index9.htm .


Altri siti su John:
www.johnentwistle.com

SPARTITO

Boris the spider

Boris the spider 2

Boris the spider 3


CONTINUA


Realizzazione siti Web - Riccardo Romagnoli © 2004-2015 | All rights reserved
www.didatticadelbassoelettrico.it vietata la riproduzione anche parziale del seguente documento
webdesigner