skip to Main Content
Didattica del basso elettrico a cura del M° Gaetano Ferrara

Combo

Vediamo quali sono i passaggi per amplificare il suono del basso nella più semplice delle situazioni possibili:
1. Le corde metalliche dello strumento vibrando interagiscono con il campo magnetico del pickup, generando nella bobina leggeri impulsi di energia elettrica corrispondenti alla frequenza di vibrazione della corda.
2. Il segnale elettrico prodotto dai pickup, dopo essere stato processato dai potenziometri del basso elettrico, viene convogliato, attraverso un cavo provvisto di uno spinotto di connessione (jack TS da 1/4 di pollice di diametro, ovvero da 6,3 mm), verso l’amplificatore, una specie di mobile munito di altoparlanti che aumenta l’intensità del segnale elettrico e lo traduce in suono acustico.
Quando l’amplificatore è una specie di mobile attraverso il quale, regolando alcuni controlli, si può ascoltare il suono del basso, siamo alla presenza di una particolare comune configurazione di un sistema di amplificazione detta COMBO.

Il combo, quello che noi di solito chiamiamo semplicisticamente amplificatore, è composto da tre elementi fondamentali che costituiscono l’essenza della catena dell’amplificazione, dopo che il segnale ha lasciato l’output jack:

1. PREAMPLIFICATORE: raccoglie, incrementa ed equalizza il segnale.

2. FINALE DI POTENZA: amplifica il segnale convertendolo in un elevato flusso di corrente.

3. CASSA: attraverso gli altoparlanti trasduce in energia acustica il segnale.

Il sistema combo ha dalla sua l’immediata semplicità d’uso, la compatibilità e l’equilibrio tra i componenti assemblati. Qualche problema lo può creare nella trasportabilità e nella flessibilità di utilizzo (pre, finale e cassa rimangono sempre gli stessi).

Back To Top